Museo Preistorico dei Balzi Rossi

  • Programmato: 5 Agosto 2018 ore 17
  • Destinatari: singoli

L’itinerario inizia nel sito del Balzi Rossi, con la visita di una delle caverne frequentate dall’uomo in epoca preistorica (nella seconda sono in corso scavi archeologici e le altre non sono raggiungibili) e dei due musei annessi. In questa zona si sono accumulati nel corso dei millenni grandi depositi di resti faunistici e di manufatti litici, prodotti dall’uomo paleolitico.

Il complesso museale si articola in due sedi espositive, oltre l’area archeologica all’aperto: l’edificio eretto nel 1898 da Sir Thomas Hanbury, denominato Museo Vecchio, e la nuova struttura, costruita nel 1994.
Nel primo museo il reperto più antico è un frammento di osso iliaco femminile, datato circa 230.000 anni, mentre una serie di pannelli e reperti attestano della presenza umana ininterrottamente dal Paleolitico inferiore per tutte le fasi dell’ultima glaciazione, sino a circa 10.000 anni fa.

Nel museo più recente si trovano gli strumenti in pietra ed osso lavorati dall’uomo, gli ornamenti che indossava,  le ossa degli animali cacciati nei vari periodi di frequentazione, le tombe, la più importante e famosa delle quali è la “Triplice sepoltura”, costituita  da un uomo e due adolescenti e infine alcune statuette in steatite, note come le “Veneri” del Paleolitico. All’esterno il percorso continua nella grotta del Caviglione da cui provengono alcuni dei reperti e dove si può vedere l’incisione di un cavallo, l’unica figura parietale naturalistica della Liguria sinora scoperta.

Prenotazione obbligatoria allo 0184 229507

TARIFFE

Visita guidata gratuita